I miei Muffin di riciclo

Avete mai pensato a quanti avanzi si creano nel frigo durante la settimana?

Cosa fare allora? buttarli?

noooooooooooooooooo……..

…. a casa mia, mi hanno insegnato che non si butta via nulla, tutto si può riciclare per creare un piatto nuovo e senza troppi sprechi.

La cucina degli avanzi ci fornisce tante facili ricette per recuperare i resti del giorno prima. Troppa cioccolata durante le feste? Le uova in scadenza? Il pane raffermo? Al cassonetto non pensate nemmeno, ci sono tante idee gustose per non gettare via nulla (o quasi).

Proprio a questo tema si ispira il nuovo contest indetto da Le Squisivoglie quest’anno e a cui sono onorata di partecipare.

In frigo avevo diverse cose che non utilizzavo da giorni e che sicuramente non avrei potuto utilizzare se non le avessi usate, quindi ho deciso di realizzare dei muffins rustici che attirano sempre tutti, sia nel gusto che nell’aspetto. In casa mia non si butta proprio nulla!

Vediamo insieme come li ho preparati

INGREDIENTI:

  • 200 gr farina
  • 150 ml latte
  • 3 uova
  • 60 ml olio di semi
  • 1-2 pizzichi sale
  • 1 bustina lievito per pizze e torte salate
  • 100 gr di pomodorini secchi
  • 60 gr di olive nere  in salamoia, snocciolate
  • q.b. pepe nero macinato al momento
  • 100 gr di emmenthal a cubetti
  • 100 gr di prosciutto cotto a dadini
  • 50 gr di parmigiano
  • 50 gr di mozzarella gratt.

PREPARAZIONE:

  • Sbattete le uova con il sale e il pepe
  • Aggiungete il latte, l’olio, la farina ed il lievito e mescolate bene il tutto anche aiutandovi con una frusta elettrica utilizzandola, però, a bassa velocità.
  • Aggiungete i cubetti di prosciutto e emmenthal, le olive tritate, i pomodori secchi tagliati finemente, la mozzarella e il parmigiano
  • Una volta ottenuto un impasto omogeneo , prendete gli stampi per muffin ed inseriteci all’interno i pirottini

  • Versate il composto in ogni stampino e mettete il tutto nel forno già caldo per 25-30 minuti a 180 gradi

  • Sfornate e servite i muffin dopo averli fatti intiepidire.
  • Buon riciclo a tutti

 

Precedente DISTILLERIE RUFO, un Molise tutto da scoprire Successivo BambùBio, il cibo del futuro