Pastarelle della nonna

Ci sono dei biscotti che, più di altri, mi riportano indietro nel tempo, a quando ero bambina e bastava un piccolo biscotto a farmi brillare gli occhi. Si realizzava con pochi e semplici ingredienti, ma era sempre una gioia riceverne uno

Mi riferisco alle “pastarelle della nonna”, che andrò a mostrarvi come realizzare, un dolce ottimo da inzuppare nel latte al mattino oppure con il tè nel pomeriggio per una sana merenda

INGREDIENTI:

  • 1 kg di farina
  • 6 uova
  • 300 ml di latte
  • 20 gr di ammoniaca o in sostituzione 1 bustina di lievito per dolci
  • 150 gr di olio evo o 150 gr di burrolio Oleum Sabinae
  • 350 gr di zucchero
  • la scorza gratt. di 1 limone

PREPARAZIONE:

  • Sbattete le uova con lo zucchero fino a farle diventare spumose
  • Aggiungere burrolio, la scorza di limone, il latte e amalgamare bene
  • Aggiungere un pò per volta la farina setacciata con l’ammoniaca e amalgamare bene il composto
  • Il composto non deve risultare nè troppo molle e nè troppo duro, rischierebbe di non far lievitare le pastarelle

  • Con un cucchiaio, prelevate il composto e adagiatelo su carta da forno sulla teglia
  • Infornate a 180° per circa 20 minuti

Precedente Pirottini Successivo Oleum Sabinae, un prodotto sano, il burrolio